21 SETTEMBRE: GIORNATA DELLA PACE ISTITUITA DALL’ONU

Mercoledì 21 settembre tutte le classi del nostro Istituto hanno partecipato a un appuntamento molto importante con la PACE. Ci siamo radunati in giardino dove abbiamo intonato a gran voce l’Inno della Marcia Perugia Assisi appendendo ad un ulivo proprio la bandiera della pace. Nell’aria, insieme alla musica, si sono levate anche le bellissime parole delle poesie, che avevamo realizzato lo scorso anno nel mese di marzo, in occasione della Giornata internazionale della poesia; parole di pace, di fratellanza, di attenzione verso gli altri, di rispetto reciproco.

Contemporaneamente anche nelle sedi della Scuola Primaria e Secondaria di Limone, della Scuola Primaria di Gargnano, della Scuola Primaria e Secondaria di Tremosine e della Scuola Primaria di Toscolano tutti gli alunni hanno riflettuto insieme sulla guerra e sulla pace realizzando dei bellissimi cartelloni.

Riportiamo di seguito le parole del Segretario Generale dell’ONU che condividiamo pienamente. 

“Perseguire la pace è un’azione nobile e inderogabile, ed anche l’unica strada concreta per creare un mondo migliore e più giusto per tutti. Eppure, in troppi luoghi e in troppi contesti i nostri sogni di pace stanno naufragando. Il tema della Giornata Internazionale della Pace di quest’anno, “Abbatti il razzismo, costruisci la pace”, ci ricorda che il razzismo avvelena il cuore e la mente delle persone in molti modi, e sgretola la pace che noi tutti perseguiamo. Il razzismo priva le persone dei loro diritti e della loro dignità, aumenta le diseguaglianze e il senso di sfiducia. Ci separa e ci isola, proprio in un momento storico in cui dovremmo essere uniti, come una sola famiglia umana, per riparare il nostro mondo distrutto. Invece di scontrarci l’uno con l’altro, dovremmo unire gli sforzi per sconfiggere i nostri veri nemici: il razzismo, la povertà, la disuguaglianza, i conflitti, la crisi climatica e la pandemia da COVID-19. Dovremmo abbattere le strutture che sostengono il razzismo, e sostenere in ogni luogo i movimenti per i diritti umani. E dovremmo sovrastare le voci violente, che incitano all’odio, con la rivendicazione unita e continua della verità, della comprensione e del rispetto reciproci. In questa occasione importante, il momento di osservare una giornata di non violenza e di cessate il fuoco, rinnoviamo il nostro appello a tutte le persone affinché non si limitino a deporre le armi. Esortiamo tutti a rinnovare i legami di solidarietà che condividiamo in quanto esseri umani e a mettersi al lavoro per costruire un mondo migliore e di pace.”

Corretto e pubblicato da Bianca Maria Marchetti e Giorgio Del Giudice 1^ C.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...