SI TORNA A SCUOLA

Buongiorno ragazzi, il BLOG della nostra scuola sta per ripartire, siete pronti? Preparate carta, penna e mascherina in attesa di poterci incontrare e stendere insieme tanti articoli interessanti. Nel frattempo vi raccontiamo due iniziative che sono state realizzate durante l’estate da alcuni vostri compagni ed ex alunni della nostra scuola, con la guida di bravissimi operatori del Progetto LegamiLeali.  

Cosa è il Progetto LegamiLeali?

E’ il Progetto sostenuto dalla Fondazione Cariplo e avviato nel 2018 in ventidue comuni del Garda Bresciano, per costruire insieme “la legalità” e cioè promuovere azioni di cittadinanza attiva e di rispetto del bene comune. Nella nostra scuola, per esempio, l’anno scorso è nato il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze con lo scopo di condividere idee e proporre progetti al Consiglio Comunale degli adulti, per prenderci cura sempre di più sia dell’ambiente in cui viviamo, sia della nostra comunità. 

Legami Leali lavora rigenerando spazi comuni (pulizia di parchi, spiagge, strade), beni confiscati, e realizzando laboratori legati all’arte, alla cultura, all’ambiente, al sociale e alla ricerca scientifica.  

Proprio nei mesi di luglio e agosto nel bel palazzo Benamati si sono tenuti dei laboratori tematici, durante i quali i ragazzi hanno imparato a progettare insieme per trasformare un’idea in realtà, a prendersi cura del territorio e a creare adesivi e magliette personalizzate con la stampa digitale. 

Verso la fine di luglio alcuni alunni delle classi 1^B, 2^A e 2^B hanno collaborato con Elisa e Gio, operatori di LegamiLeali, per la realizzazione di un breve video (continuazione di quello montato durante il lockdown con i contributi audiovisivi di molti alunni).  Le riprese sono state effettuate all’oratorio di Maderno, grazie all’ospitalità di don Daniel, lungo le vie del paese e al lago.

L’esperienza è stata divertente, ma allo stesso tempo ha permesso ai ragazzi di riflettere sulle difficoltà incontrate a causa della pandemia e sull’importanza di alcuni valori come la libertà, la famiglia, l’amicizia.

IL RIENTRO A SCUOLA

Tornando a scuola quest’anno sarà ancora molto importante essere prudenti, perché il Covid-19 purtroppo non è scomparso; dovremo continuare a rispettare le distanze di sicurezza, a indossare la mascherina e a disinfettare continuamente le mani. Però saremo nuovamente insieme e insieme porteremo avanti questa battaglia, rispettando tutte le regole che verranno richieste. Nessuno di noi infatti ha dimenticato l’isolamento che ci ha tenuto lontani dai cari e dagli amici; tutti speriamo che questa emergenza finisca il prima possibile e torni finalmente la normalità.

Così scriveva un compagno prima della conclusione dell’anno scolastico:

Dal ventisei febbraio, dopo le vacanze di Carnevale, l’infezione da Corona virus ha causato la chiusura della scuola per due settimane; inizialmente non credevo che la cosa peggiorasse in una vera e propria epidemia, quindi mi sentivo “in vacanza”. Trascorrevo le mie giornate con gli amici e facendo delle gite sul lago con mia mamma e mio fratello. Finite le due settimane, purtroppo la situazione è peggiorata e dall’undici marzo tutti siamo stati costretti al lockdown.  Personalmente non conoscevo il significato esatto di questo termine e solo col passare dei giorni capivo quanto fosse grave e tragico ciò che stava succedendo, ed ero spaventato. Essendo la scuola chiusa e non avendo certezze su quando sarebbe stata riaperta, abbiamo iniziato la didattica a distanza: in un primo momento avevo delle difficoltà a capire come funzionasse, come accendere e spegnere il microfono e la telecamera; anche i professori incontravano alcuni ostacoli e semplici argomenti mi sembravano difficilissimi in quanto mancava la cosa più importante: il contatto diretto con i miei compagni e gli insegnanti. Piano piano però mi sono abituato e il tutto è diventato più semplice e più chiaro, tanto da riuscire ad affrontare pure le interrogazioni e le verifiche. Ora mancano due settimane alla fine dell’anno scolastico e sinceramente mi sento molto meglio, anche se un po’ stanco perché questo modo di fare scuola è impegnativo e per quanto sia stato comunque valido, non sostituisce il tempo e il modo in cui stiamo in classe. Spero tanto che a settembre, seppure con mille precauzioni, ci facciano tornare sui banchi di scuola.

(P.G.)

ALCUNE SEMPLICI REGOLE 

1 Se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore …) parlane subito con i genitori e non venire a scuola.

2 Quando sei vicino ad altre persone indossa la mascherina per proteggere naso e bocca.

3. Procurati una borsa resistente con l’etichetta del tuo nome, che lascerai fuori dall’aula, per riporvi la giacca e altri effetti personali. 

4. Segui le indicazioni degli insegnanti e rispetta le regole.

5. Mantieni sempre la distanza di un metro, ed evita il contatto fisico con i compagni.

6. Disinfetta frequentemente le mani e non toccarti il viso. 

7. Vai in bagno solo se è davvero necessario, senza creare assembramenti.

8. Cerca di non dimenticare il tuo materiale scolastico perché in classe non lo si può condividere. 

9. Se ti senti male a scuola verrai accompagnato in un’aula apposita, dove aspetterai con la bidella l’arrivo dei tuoi genitori.

TORNIAMO A SCUOLA PIU’ CONSAPEVOLI E RESPONSABILI. INSIEME POSSIAMO PROTEGGERCI TUTTI !

PER SORRIDERE UN PO’

Quindi …….

LA REDAZIONE.