LA NOSTRA DIVINA COMMEDIA

“La nostra Divina Commedia” è il titolo di un breve video di 20-30 minuti che narra sinteticamente il viaggio che percorre Dante attraverso l’Inferno. Narra dell’incontro con Virgilio e dell’entrata all’Inferno attraverso la temutissima porta satanica! Racconta anche dell’incontro con due demoni infernali: Caronte e Minosse. Spiega della visita ai golosi e di quella ai lussuriosi, tra cui anche Paolo e Francesca, da me impersonata.  Il viaggio continua tra gironi e strepitanti dannati, fino alla vista orribile di Lucifero!!! Per poi uscire e proseguire il viaggio al Paradiso.

Tutto questo, però è calato ai giorni nostri. Infatti nel video Dante si ritrova in una scuola a raccontare in modo divertente la sua grande opera: La Divina Commedia. Secondo me questo è un aspetto importante, infatti è molto bello ed efficace questo metodo di lavoro: imparare divertendosi. Qualcuno pensa che sia più importante studiare solo su libri e con compiti sul quaderno, un po’ come nelle scuole di una volta.  Certo anche questo non è un metodo da sottovalutare.  Però è importante, ogni tanto, cambiare il metodo di apprendimento, in modo più divertente e coinvolgente per noi ragazzi. Questo penso che sia uno degli scopi di questo video. Riguardo alla regia penso che Manuel, il regista, abbia svolto davvero un ottimo lavoro.  Ha aggiunto piccole immagini, fumetti o alcune scritte, in modo da rendere più divertente e simpatico questo mini-video.

Ad alcune persone, però, potrebbe togliere l’attenzione sulle battute recitate dagli attori. Io ribadisco che rendono il filmato più movimentato e divertente. Penso, però, che il punto debole di questo video sia proprio la recitazione dei ragazzi. Alcuni hanno dato l’anima per questo video e si sono impegnati veramente moltissimo. Di certo anche a casa avranno provato varie volte.  Avevano una voce alta e squillante e gesticolavano molto per far capire meglio la loro parte e ciò che stavano interpretando.  Invece, altri recitavano fiaccamente e senza impegnarsi molto. Recitavano come se fosse un obbligo imposto dalla scuola. Non vedevano questo lavoro come un opportunità per migliorarsi o semplicemente per divertirsi. Addirittura qualcuno non ricordava la propria parte. Questo significa che non hanno mai aperto una volta il copione per dargli anche solo una lettura veloce e quindi non hanno dedicato tempo a questo lavoro.

Capisco che questa attività sia soprattutto un divertimento, ma ritengo che sia giusto prenderla sul serio, anche per rispetto del regista che si supera per la realizzazione di questo video.  Io, come attrice, ho dedicato molto tempo, anche a casa a questo lavoro.  Ripetevo e ripetevo più volte la mia parte per imparare bene le mie battute e i gesti da fare.  Ho ripetuto così tanto che sapevo a memoria anche le battute degli altri compagni che erano nella mia scena! Tanto che anche se sbagliavano solo una piccola parola io me ne accorgevo! Quindi penso di essermi impegnata molto e essere stata abbastanza brava nel recitare le mie parti. Ammetto di aver provato più volte la scena nella quale io rappresentavo Dante, rispetto a quella di Francesca.  

Anche per quanto riguarda i costumi qualche ragazzo ha dato il massimo portando tutto ciò che aveva in casa. Altri prendevano la cosa un po’ troppo superficialmente e, a volte, portavano i vestiti e gli oggetti di scena in ritardo oppure se ne dimenticavano totalmente. Io ho portato il costume e la corona d’alloro per Dante. Ho portato anche i vestiti per Francesca e alcuni oggetti per i golosi.  Per quanto riguarda la fotografia è stata fantastica! Quando abbiamo ripreso la maggior parte delle scene stava per mettersi a piovere. Il cielo era grigio e nuvoloso e le riprese sono venute molto scure, ma essendo un viaggio all’Inferno, l’atmosfera molto cupa era il tempo perfetto. Il regista molto bravo ad aumentare o diminuire la luminosità.

Concludendo credo che il video sia completo e ben costruito. Penso che esso sia frutto di tanto impegno e fatica da parte del regista, degli attori e anche della professoressa Crescini che incitava sempre. Penso che,  anche se con qualche imprecisione, sia un video ben costruito e sono fiera del nostro lavoro.

La classe 2^C

ACCOGLIENZA CLASSI QUINTE

Per rompere il ghiaccio sorridiamo un po’!!

Mercoledì 26 maggio 2021, i ragazzi delle classi 5^A e 5^B della Scuola Primaria di Toscolano-Maderno sono venuti a visitare il nostro istituto. Le classi sono state accolte nel cortile davanti al cancello rosso: i loro sguardi curiosi e pieni di gioia ci hanno trasmesso l’impazienza che avevano di vedere la loro futura scuola.

La prima classe ad arrivare è stata la 5^A, accompagnata dalle loro maestre alle 14:15, invece verso le 15:00 è arrivata anche la classe 5^B; dato che erano molto numerose entrambe sono state divise in due gruppi.

Mentre il primo gruppo ha iniziato a visitare la scuola insieme a Giorgia G. e Rossella, due delle nostre guide, il secondo gruppo è stato intrattenuto risolvendo dei simpatici e divertenti indovinelli con Edoardo, Giorgia R. e Anna. 

Al termine della prima visita i due gruppi si sono scambiati.

Durante il percorso abbiamo mostrato e descritto loro: la palestra, la postazione delle bidelle, il seminterrato, l’auditorium, la stanza decorata, l’aula insegnanti, i bagni, le classi e la mensa. Erano tutti molto entusiasti, soprattutto quando abbiamo raccontato loro come e dove si svolge la ricreazione.

A differenza dei ragazzi, noi prima dell’inizio della visita eravamo tesi, ma allo stesso tempo eravamo orgogliosi di poter trasmettere la nostra esperienza.

Alla fine della visita di ogni classe abbiamo consegnato ai ragazzi di quinta delle fantasiose e colorate lettere scritte da noi studenti, contenenti dei consigli per affrontare al meglio il primo anno di scuola media.

Alla fine della giornata siamo stati davvero contenti di aver contribuito al successo di questa esperienza che speriamo sia utile per il nuovo percorso dei futuri compagni qui alla scuola media.

Cari futuri compagni vi aspettiamo e per ora vi diciamo BUONE VACANZEEEEEEEE!!!

Scritto da Asmondi Anna, Battaglia Edoardo, Bertanza Rossella, Giorgia Garavello, Giorgia Rivetta cl. 3^B